Il testo di “Canzone per un figlio”

La canzone che porteremo a Sanremo, come già molti sanno, si intitola “Canzone per un figlio”. E’ nata in un periodo di composizione insieme ad altre 15 o 16: ci siamo accorti che poteva avere un certo potenziale, e senza nemmeno crederci troppo l’abbiamo lavorata e poi fatta ascoltare alla direzione artistica del Festival. E’ piaciuta molto e così è andata.
Ma non volevo parlarvi di ciò, bensì del testo, che nasce da una lettura che stavo facendo in quel periodo. Voglio dunque proporvi una bella intervista all’autrice di tale libro, per entrare un po’ nel mood dell’ambito creativo in cui mi sono ritrovato coinvolto all’atto della stesura. Il libro in questione è molto bello, ma non son sicuro di consigliarlo a chiunque: bisogna forse essere fan di… Lo scoprirete.

Ecco il link: ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2011/11/27/zanganeh-lila-azam.html

Ed ecco il testo:

CANZONE PER UN FIGLIO

La felicità non è impossibile.
La stupidità la rende facile,
un’ebbrezza effimera che può imbrogliare,
fino a non capire che può fare male la sua vanità.

Se sai bene ciò che fai la felicità sarà sempre raggiungibile.
Se non sai quello che vuoi l’infelicità sarà spesso incomprensibile.
Se davvero sai chi sei la felicità… sarà dentro di te.

La felicità sorride attonita,
con ingenuità e un largo brivido,
alla bellezza eterea che sa incantare
e alla poesia che ci fa sentire la forza della bontà.

Se sai bene ciò che fai la felicità sarà sempre raggiungibile.
Se non sai quello che vuoi l’infelicità sarà spesso incomprensibile.
Se davvero sai chi sei la felicità sarà desiderare ciò che hai dentro, in fondo all’anima.
Dentro di te.

Cristiano

Un pensiero su “Il testo di “Canzone per un figlio”

I commenti sono chiusi.